-+  Associazione
-+  Documenti
 |-  Modern Perl
 |-  Bibliografia
 |-  Articoli
 |-  Talk
 |-  Perlfunc
 |-  F.A.Q.
 |-  F.A.Q. iclp
-+  Eventi
-+  Community
-+  Blog
-+  Link
Corso di Perl



 
Shawn Wallance Versione stampabile.
Perl Graphics Programming
0-596-00219-X - O'Reilly - 2002 - 39.95 USD

Recensione di Angelo Selvini Punteggio: 5/5
28/2/2004

Shawn Wallace definisce Programming Graphics with Perl come la seconda edizione espansa e migliorata della sua precedente opera Programming Web Graphics: non si limita a descrivere formati raster come GIF, PNG e JPEG e cosa utilizzare per crearli via script, ma tratta ogni forma di pubblicazione grafica con Perl.

Il libro è diviso in tre parti, in base al tipologia del formato grafico trattato:

  1. Immagini raster (gif, png, jpeg)
  2. Immagini vettoriali (swf, svg)
  3. Documenti per la stampa (ps, pdf)

e, ad eccezione del primo capitolo e delle appendici, tutti i capitoli presentano la stessa organizzazione dei contenuti:

  • una descrizione teorica degli aspetti del modulo Perl per gestire il formato in esame,
  • uno o più esempi concreti della loro applicazione,
  • la reference dei metodi messi a disposizione dal modulo.

Nel primo capitolo, dopo una breve ma esaustiva descrizione degli aspetti del colore in ambito informatico, analizza i formati sopracitati divagando in dettagli che possono in un primo momento sembrare superflui.

Nel secondo capitolo vengono spiegate le basi per utilizzare il modulo GD; nel terzo la manipolazione di immagini con Image::Magick affrontando, con esempi pratici, la generazione di thumbnails (miniature di immagini) da formati raster o PDF; nel quarto offre una panoramica sulla generazione di grafici con GD::Graph e infine nel quinto, che chiude la prima parte, la creazione di plug-in per Gimp in Perl.

La seconda parte inizia con la descrizione, nei punti essenziali (perché infattibile condensare 600 pagine di specifiche del W3C), del formato SVG e di quali tag è composto, per passare poi nel settimo capitolo ai fatti spiegando come generare slide-show, animazioni e manipolare l'ennesimo dialetto xml.

L'ottavo capitolo è interamente dedicato all'analisi del formato SWF (conosciuto erroneamente col nome di Flash): la storia, da cosa e come è strutturato byte per byte (letteralmente), per concludere con un'applicazione su come leggere le caratteristiche direttamente dal file binario usando unpack.

Rispetto all'ottavo, il nono (liberamente scaricabile qui) è sicuramente più divertente e alla mano per l'utente meno smaliziato: descrive come creare file SWF con la libreria C Ming ed il relativo binding Perl, la famiglia di package SWF:: .

Partendo dalla scrittura del codice per un clone di "Space Invaders" vettoriale, segue l'analisi di ogni metodo offerto dal modulo per concludere con altri esempi di codice su come creare uno slide-show, assemblare gruppi di di file SWF in base a un file xml o ancora come comunicare tra un client SWF e un server scritto in Perl.

La terza parte si apre con il decimo capitolo e la descrizione minuziosa degli elementi che compongono i file PostScript e PDF. Gli ultimi due capitoli sono dedicati a come generare i suddetti formati con Perl sfruttando le famiglie di moduli PostScript:: e PDF::API2::

Quattro sono le appendici e trattano rispettivamente:

  1. come ottimizzare la generazione di elementi grafici sia a livello del server che, per esempio, del file html;
  2. una reference su Gimp;
  3. i formati supportati da Image::Magick;
  4. una reference per ActionScript.

Come grafico-programmatore che usa Perl da ormai diversi anni, trovo questo libro una risorsa insostituibile se si ha la necessità di creare, manipolare, gestire grafica con questo linguaggio senza impazzire a cercare documentazione su Internet: ogni parte è ben curata, ogni modulo ben documentato; solo in qualche descrizione di metodi ho sentito l'esigenza di maggiori informazioni scoperte poi con l'esperienza pratica più che da una ricerca su qualche motore.

Anzi, la ricerca di questo tipo di documentazione è stata pressochè annullata dalle reference nei vari capitoli e delle appendici: per esempio non ho trovato eguali nella descrizione di Image::Magick per la quale ho passato notti insonni; si differenzia in questo da molti libri O'Reilly: non è la solita perldoc ristampata alla bene e meglio che può essere ritrovata con facilità in qualche archivio.

A voler trovare il pelo nell'uovo, certe parti (come le istruzioni su come installare Gimp o alcuni approfondimenti) sono superflue e potevano essere sostituite da qualche esempio in più, ma nulla toglie un giudizio più che positivo.

D:
Progetti e documenti in rilievo
Corso di Perl Progetto pod2it
D:
La ML di Perl.it
mongers@perl.it è la lista ufficiale di Perl Mongers Italia per porre quesiti di tipo tecnico, per rimanere aggiornato su meeting, incontri, manifestazioni e novità su Perl.it.
Iscriviti!
D:
Annunci Google