-+  Associazione
-+  Documenti
 |-  Modern Perl
 |-  Bibliografia
 |-  Articoli
 |-  Talk
 |-  Perlfunc
 |-  F.A.Q.
 |-  F.A.Q. iclp
-+  Eventi
-+  Community
-+  Blog
-+  Link
Corso di Perl



 
brian d foy Versione stampabile.
Mastering Perl
978-0-596-52724-2 - O'Reilly Media - 2007 - US$ 39.99

Recensione di Michele Beltrame Punteggio: 4/5

Commenta la recensione!

Negli ultimi anni la frequenza con cui O'Reilly rilascia libri riguardanti il linguaggio Perl è alquanto diminuita. Ciò, quasi certamente, non è dovuto ad una mancanza da parte di O'Reilly, ma più probabilmente al fatto che Perl è un linguaggio maturo per il quale esiste molta letteratura che è ancora aggiornata. Ad esempio, la 3a edizione di Programming Perl è uscita nel 2001 e rappresenta un riferimento ancora affidabile per l'attuale versione del linguaggio - anche se ciò dovrebbe cambiare entro pochi giorni, con il rilascio di perl 5.10.

Sembra che comunque ci sia ancora da scrivere su Perl come linguaggio, e non solo su progetti e software "powered by Perl", ed questo libro tratta proprio il linguaggio ed i modi per utilizzarlo al meglio. Si tratta di una raccolta di consigli, best practice e suggerimenti che può essere collocata nella stessa categoria di due altri titoli di O'Reilly: Perl Hacks e Perl Best Practices.

Parte di questo libro è dedicata alle solite (importanti) aree: creazione di software sicuro e prestante, debug, gestione degli errori, utilizzo dei log e scrittura della documentazione. Per tutto ciò l'autore descrive solitamente varie possibilità, che spaziano dal fare tutto da soli utilizzando semplicemente il compilatore perl all'utilizzo di moduli CPAN per automatizzare parte del, se non tutto il, lavoro. Ad esempio, la sezione relativa al profiling dei programmi Perl spiega inizialmente cos'è il profiling ed illustra un approccio generale all'attività, e poi come effettuare il profiling di codice che si collega ad un database utilizzando DBI::Profile; in seguito l'autore descrive la soluzione completa, che presuppone l'utilizzo di Devel::DProf, e chiude con suggerimenti su come scrivere un proprio modulo di profiling.

Questo testo può aiutare a migliorare la progettazione delle proprie applicazioni. Ad esempio, se si è abituati ad inserire le variabili di configurazione in cima ai propri script, il capitolo 11 presenta un diverso approccio, che coinvolge l'utilizzo di file di configurazione (i cui parametri possono essere sovrascritti tramite opzioni sulla linea di comando) come fa tutto il modo Unix - ci sono molti formati tra cui scegliere. Se si sta usando Windows, c'è il Windows Registry; con MacOS X il formato plist. Tutto questo può essere gestito con moduli pronti da usare, e questo libro indica la via per farlo.

Le parti più interessanti del libro si annidano nei capitoli "di nicchia", che spiegano aspetti di Perl che la maggior parte dei programmatori non ha bisogno di conoscere, ma di cui ogni programmatore di sicuro potrebbe beneficiare. Si può pensare ad esempio che lavorare con i bit sia qualcosa per programmatori assembly o C++, ma ciò è sbagliato: il capitolo 16 offre un'ottima introduzione ai numeri binari, agli operatori sui bit ed ai vettori. Anche il capitolo 6 merita un'occhiata, poiché spiega come scrivere codice chiaro e come de-offuscare il codice di altri (ok, l'offuscamento è una virtù, ma ci dovrebbero essere dei limiti ;-)).

Mastering Perl è un libro che può rivelarsi molto utile per migliorare il modo in cui si utilizzano Perl (il linguaggio) e perl (il compilatore): è una lettura senz'altro consigliata, che poi diventerà un utile riferimento.

D:
Progetti e documenti in rilievo
Corso di Perl Progetto pod2it
D:
La ML di Perl.it
mongers@perl.it è la lista ufficiale di Perl Mongers Italia per porre quesiti di tipo tecnico, per rimanere aggiornato su meeting, incontri, manifestazioni e novità su Perl.it.
Iscriviti!
D:
Annunci Google